Terzo anniversario della nascita al cielo di Cristian Maffei

Cristian Maffei foto laurea

Dettagli Evento

  • mercoledì | 28 March 2018
  • 19:00
  • Chiesa di Regina Pacis, Via Gorizia 19, 42124 Reggio Emilia RE

Ciao a tutti,

 

in occasione del terzo anniversario della Nascita al Cielo di Chicco, siamo lieti di invitarvi alla Santa Messa che verrà celebrata Mercoledì 28 marzo 2018 (Mercoledì Santo) alle ore 19:00 presso la chiesa di Regina Pacis a Reggio Emilia.

 

A presto.

Elena, Francesco e Mariachiara

 

Dall’omelia del Vescovo Massimo – 24 marzo 2015

 

La pienezza della vita non sta in ciò che è alla superficie, ma sta in ciò che è in profondità. La pienezza della vita sta nel nostro rapporto con Gesù e con i fratelli che Egli ci dona. E in questo veramente si brucia e si consuma come in una offerta davanti a Dio, come un olocausto, tutto quanto il senso di ciò che Egli ci dona. «Che cosa vale la vita se non per essere donata?», fa dire Claudel ne L’annuncio a Maria a uno dei suoi personaggi: «cosa vale la vita se non per essere donata?». È questo quello che ci insegna Cristian in questo momento e quello che ci insegna la Chiesa conducendoci verso la Pasqua.

Gesù è colui che ha donato interamente se stesso, come abbiamo sentito anche stasera, nel suo rapporto con il Padre. Ha donato se stesso interamente al Padre. E perciò ha donato se stesso interamente agli uomini perché ha risposto al Padre. Quae placita sunt ei, facio semper (Gv 8, 29): ciò che piace a Lui è ciò che io faccio sempre. Questo senso della vita di Gesù, Egli misteriosamente lo diffonde, ma lo diffonde non con una dottrina, lo diffonde come una richiesta: vuoi darmi la tua vita? Vuoi darmela per loro? Vuoi darmela per tutti gli uomini? Vuoi darmela per chi non mi conosce? E nel segreto del cuore ciascuno deve preparare la propria risposta.

 

**  **  **

 

Dagli appunti spirituali di Chicco

 

“Annunciare”, io testimonio questo Suo messaggio: di una vita più piena, di una vita oltre a quella terrena. Non esiste una persona felice, o meglio esiste, ma non è felice per le cose del mondo, è felice perché ha scoperto che c’è qualcosa dopo. Anch’io mi trovo in questa situazione qui: di essere felice per un obiettivo della mia vita che può essere testimoniare la mia vita, che può essere quello di riflettere sulla mia vita e, come stasera, sull’idea di santità. (Incontro ragazzi ‘97 e ‘96 – Regina Pacis, 3 ottobre 2014)

Mi accorgo in questi ultimi mesi di quanto solo con la mia presenza posso profondamente scuotere le coscienze. Dio mi chiama a testimoniare la forza, la bellezza e la gioia del Suo Amore. In questi ultimi giorni, tuttavia, mi sono fatto prendere dallo sconforto e dall’abbandono. Credevo di aver cancellato la paura della morte ma ogni tanto spunta fuori come se fosse cosa necessaria, quantomeno a ricordarmi che la strada passa di lì. (Esercizi Spirituali Familiaris Consortio – Agosto 2014)

 

**  **  **

Condividi: