DON PIETRO ADANI

Foto don Pietro Adani
adani-don-pietro-responsabile-sacerdotale

Don Pietro Adani nasce a Reggio Emilia il 13 Giugno 1970 e cresce nella comunità parrocchiale di Sant’Eulalia in Sant’Ilario d’Enza. Al termine degli studi superiori presso l’Istituto Magistrale “San Gregorio Magno” e dopo 3° anni di frequenza al TTP, entra nel Seminario Diocesano di Reggio Emilia. Il giorno in cui Pietro annuncia la propria scelta è il primo anniversario della salita al cielo di mons. Pietro Margini.

Dopo il sessennio di formazione viene ordinato presbitero da mons. Paolo Gibertini nella Basilica della Madonna della Ghiara, in Reggio Emilia: è il 24 Maggio 1997, memoria di Maria Ausiliatrice e vigilia della solennità della Santissima Trinità.

Il primo incarico affidato a don Pietro è di vice-parroco per le comunità di Regina Pacis e Corpus Domini, in Reggio Emilia. Nel 2005 è trasferito nelle parrocchie cittadine di Ospizio, San Maurizio e Sant’Alberto. Qui condivide il proprio impegno pastorale insieme a una comunità di sacerdoti legati al Movimento FAMILIARIS CONSORTIO. Nel 2009 viene poi nominato parroco delle stesse parrocchie, riunite nell’Unità Pastorale “Giovanni Paolo II“. Dal 2013 è membro del Consiglio presbiterale diocesano e del Collegio dei consultori.

Il ministero di don Pietro è caratterizzato anche da un costante servizio all’impegno educativo della Chiesa in ambienti sportivi: dal 2001 al 2013 è consulente ecclesiastico del CSI per la provincia di Reggio Emilia, dal 2004 al 2007 incaricato per la pastorale diocesana dello sport e, dal 2011, viene nominato consulente ecclesiastico del CSI regionale.

Nel gennaio 2017 don Pietro viene nominato direttore del Centro Missionario Diocesano, dell’Ufficio per la Cooperazione Missionaria tra le Chiese e Incaricato diocesano per le Pontificie Opere Missionarie.

Se l’orizzonte spirituale delineato dal carisma di mons. Pietro Margini è un fatto costante nel cammino di don Adani, sacerdotale e non, alcuni snodi biografici sono particolarmente significativi a questo riguardo: dal 1997 al 2009 è responsabile, insieme a due coppie di sposi, del neo-nato cammino formativo che il Movimento rivolge ai giovani; l’8 Gennaio 2009 è definitivamente accolto nella “Comunità Sacerdotale Familiaris Consortio“, eretta canonicamente il mese precedente (8 Dicembre 2008); per due mandati consecutivi (dal 2008 al 2011 e dal 2012 al 2015) è nominato vice-responsabile della Comunità Sacerdotale; dall’8 gennaio 2016 è responsabile generale della stessa.