Comments are off for this post

Secondo anniversario nascita al cielo di Cristian Maffei

Secondo anniversario nascita al cielo di Cristian Maffei

Siamo tutti invitati per partecipare alla S.Messa Venerdì 1 Aprile 2017 per Cristian

Le prove di tutti questi mesi mi hanno messo davanti con forza tanti interrogativi sul significato della vita, sui progetti che il Signore ha su di me. Questa mia sofferenza possa aiutare altri ad interrogarsi sulla preziosità del dono della vita, di ogni singolo giorno, in modo da rispondere con prontezza ed entusiasmo alla chiamata del Signore e non rimanere nel “sonno”.

– Chicco Maffei

Aiutami Signore a rendermi conto di queste persone vicine che sto colpendo e convertendo con la mia storia e donami il coraggio di continuare sulla mia strada verso la guarigione dando il giusto peso alle cose, pazientando e confidando nel Tuo amore che sempre mia assiste. Alla domanda: “chi mi ama” rispondo dopo questi mesi “chi mi dedica tempo”. Questo è donarsi gratuitamente e io non posso, non devo far sì che tutto diventi pretesa dall’altro. (…) Devo chiedere con insistenza a Dio che mia aiuti a comunicare ai miei amici, alle altre persone quanto grande sia ciò che riceveranno davanti a Dio.

ll fatto di essere malato, quindi di considerare i propri piani un po’ scombinati, almeno a me ha fatto pensare. A me in particolare sono successe un sacco di cose e uno si chiede se Dio c’è in tutto questo, perché non sembra che ci sia un grande aiuto in tutto ciò. Quindi uno si fa un sacco di progetti su quello che Dio è , su  quello che Dio ha pensato per lui, che in realtà è quello che uno ha pensato per sé stesso… Mentre in realtà io parto proprio dalla mia esperienza. La sofferenza in un modo o nell’altro ti obbliga a chiederti  se Dio c’è o no. Ponendoti questa domanda vedi che ci sono altri disegni, in un modo o nell’altro le cose non dipendono da te. (…) “Annunciare”, io testimonio questo Suo messaggio: di una vita più piena, di una vita oltre quella terrena. Non esiste una persona più felice, o meglio, esiste, ma non è felice per le cose del mondo, è felice perché ha scoperto che c’è qualcosa dopo…

ALTRE OMELIE

Omelia del 20 Settembre 2020, don Benedetto Usai

omelia del 20 settembre

Omelia XXV Domemica del Tempo Ordinario, 20 Settembre 2020 ‘Quanto il cielo sovrasta la terra, tanto le mie vie sovrastano le vostre vie, i miei pensieri sovrastano i vostri pensieri.’ La logica del Signore non è la stessa dell’uomo, non ci chiama perché abbiamo accumulato meriti, a Lui infatti interessa che siamo nella sua vigna.

CONTINUA A LEGGERE

Condividi: